venerdì 25 aprile 2008

25 aprile 2008



« Una mattina mi son svegliato,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
Una mattina mi son svegliato
ed ho trovato l'invasor.
O partigiano, portami via,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
O partigiano, portami via,
ché mi sento di morir.
E se io muoio da partigiano,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E se io muoio da partigiano,
tu mi devi seppellir.
E seppellire lassù in montagna,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E seppellire lassù in montagna
sotto l'ombra di un bel fior.
E tutti quelli che passeranno
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
E tutti quelli che passeranno
Mi diranno «Che bel fior!»
«È questo il fiore del partigiano»,
o bella, ciao! bella, ciao! bella, ciao, ciao, ciao!
«È questo il fiore del partigiano
morto per la libertà!» »

Mai, mai, mai dimenticare
Never, never, never forget...

2 commenti:

Tatiana ha detto...

é sempre bella questa canzone... mi ricorda quando la cantavamo in macchina con mio padre, per distrarci dei tanti chilometri che facevamo durante i viaggi delle vacanze... un bacione per l'emozione che mi hai dato :*

iltulipanoblu ha detto...

anche a me mi hai fatto emozionare....grazie!
maria daniela